Salta al contenuto principale

Air Liquide si mobilita per aumentare la sua produzione di contenitori di ossigeno medicale CryopAL per le cure a domicilio e le case di riposo

CryopAL, filiale del Gruppo Air Liquide, assicura la produzione dei Freelox, contenitori di ossigeno liquido ad uso medicale utilizzati principalmente nelle cure domiciliari o nelle case di riposo per fornire ossigeno ai pazienti con insufficienza respiratoria. Nel contesto dell'epidemia Covid-19, l'azienda ha triplicato la sua capacità produttiva e si sta preparando ad aumentarla ulteriormente in modo significativo per rispondere al numero crescente di pazienti assistiti al domicilio e per dotare le strutture che non beneficiano di una rete di ossigeno.

Di fronte all'evoluzione dell'epidemia di Covid-19 in Europa, CryopAL si è organizzata per aumentare la sua capacità produttiva di apparecchiature "Freelox", contenitori che immagazzinano e distribuiscono ossigeno liquido medicale. Questi contenitori, che hanno una capacità di 32 o 44 litri di ossigeno liquido, permettono ai pazienti di seguire il loro trattamento in autonomia per circa una settimana. Vengono prodotti nel sito di Bussy-Saint-Georges, nella regione Parigina (77), a un ritmo abituale di circa 100 contenitori a settimana; attualmente, la capacità produttiva è stata aumentata a 300 a settimana. Inoltre, CryopAL è pronta ad aumentare significativamente la sua produzione, se necessario, concentrando le sua competenze su questa attività.

CryopAL rifornisce i fornitori di assistenza sanitaria a domicilio, che poi consegnano i serbatoi pieni (o li riempiono sul posto) al domicilio dei pazienti o in strutture non ospedaliere. Data la situazione eccezionale che gli ospedali stanno attualmente affrontando, numerosi pazienti non affetti da Covid-19, ma che necessitano di assistenza respiratoria, vengono curati al domicilio grazie ai contenitori di ossigeno Freelox. Inoltre, le case di riposo e altre strutture prive di reti di ossigeno si sono rivolte a CryopAL per equipaggiarsi e fornire ossigeno ai loro pazienti. Infine, questa soluzione potrebbe essere utile anche per i pazienti con Covid-19 che vengono dimessi dall'ospedale, ma che hanno ancora bisogno di ossigeno.

Emilie Mouren-Renouard, Membro del Comitato Esecutivo di Air Liquide, responsabile di Innovazione, Digital & IT, Proprietà Intellettuale e Global Markets & Technologies WBU, ha commentato: "Mentre combattiamo la battaglia eccezionale contro il Covid-19, i team di CryopAL sono orgogliosi di mettere a disposizione la loro esperienza nella progettazione e produzione di apparecchiature per supportare un numero crescente di pazienti che necessitano di ossigenoterapia domiciliare. Questo contributo dimostra la solidarietà dei nostri team e si aggiunge ad altre iniziative intraprese dal Gruppo nella lotta al Covid-19".

CryopAL

Da oltre 50 anni, CryopAL è specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di recipienti criogenici per la crioconservazione di campioni biologici e il trattamento delle malattie respiratorie a domicilio mediante ossigenoterapia liquida. CryopAL impiega 85 persone in Francia.

 

Scarica il documento